25 anni di trasformazione del mondo con ThinkPad
Torna alla griglia

Ecco come i ThinkPad sono riusciti a resistere a quasi tutto

Lasciando cadere i portatili da cime elevate o inzuppandoli di latte, il team ThinkPad ha creato una struttura di collaudo talmente rigorosa e scrupolosa da essere soprannominata “la stanza delle torture”. Adattando il ThinkPad all’evoluzione del settore sin dalla sua introduzione sul mercato, Lenovo ha mantenuto per anni questi standard elevati, garantendo la resistenza dei portatili a qualunque evento. Ma niente poteva preparare gli ingegneri all’uso smodato dei prodotti da parte degli studenti.

Intorno al 2000-2001, la distribuzione dei ThinkPad si è espansa dal mercato per le aziende al mondo dell’istruzione. Insieme all’aumento delle vendite nelle università, nei licei privati e persino in qualche scuola media parrocchiale, si è verificata anche una crescita del numero di guasti. Le tastiere hanno iniziato ad andare in pezzi, gli schermi LCD a danneggiarsi e le schede madri a non funzionare. Con la diffusione dei portatili tra gli studenti, tuttavia, gli stessi problemi riguardavano anche il resto del settore.

Gli ingegneri si sono recati nei campus per individuarne le cause esatte e hanno scoperto che gli studenti utilizzavano i ThinkPad in modi impensabili. Si sedevano con tutto il loro peso sugli zaini che contenevano i computer, schiacciandoli. Mangiavano mentre lavoravano, lasciando cadere le briciole e facendole infilare all’interno della tastiera. Alcuni addirittura staccavano i tasti per pura noia.

Inorriditi dalla disattenzione e dalla trascuratezza con cui venivano trattate le loro adorate creature, gli ingegneri tornarono in laboratorio, decisi a trovare una soluzione. Consci dell’impossibilità di cambiare la mentalità o il comportamento degli studenti (convinti che i dispositivi avrebbero funzionato nonostante il trattamento a cui erano sottoposti), hanno ulteriormente sviluppato i ThinkPad per renderli ancora più resistenti.

Nella stanza delle torture hanno realizzato nuove e più specifiche modalità di collaudo in base a quanto osservato nei campus. Ad esempio, dopo aver visto gli studenti mangiare patatine davanti al portatile, hanno sottoposto i ThinkPad a esplosioni di sabbia e fibre corte per verificare se queste riuscivano a penetrare all’interno della macchina, nel qual caso veniva progettato un nuovo design che lo impedisse.

A metà anni 2000 Lenovo aveva stabilito un nuovo standard di affidabilità, dopo aver sottoposto i ThinkPad a crudeltà inenarrabili. Il numero dei guasti è crollato e i prodotti hanno raggiunto i livelli di maturità odierni. Ora, grazie a 12 test di conformità alle specifiche militari e più di 200 tipi di torture, gli ingegneri hanno ideato altri modi per sottoporre le macchine a controlli ancora più severi. I ThinkPad vengono congelati a temperature polari per 72 ore, avviati ad altezze vertiginose di 4.500 metri e usati per il tiro al bersaglio, lasciando cadere sfere di metallo da più di un metro di altezza.

Nonostante gli studenti americani abbiano costretto i tecnici a innalzare il livello dei controlli di qualità, hanno anche trasformato i membri del team ThinkPad in pionieri. Elevando gli standard di una linea di prodotti rinomata e apprezzata per la sua affidabilità e robustezza, Lenovo ha creato macchine in grado di resistere agli inevitabili eventi della vita.

Processori Intel® Core™ Intel Inside®. Powerful Productivity Outside.

Non è un semplice notebook. È ThinkPad

Per saperne di più su ThinkPad e acquistare i nuovissimi notebook e tablet, visita il sito Web Lenovo.com.

Ultrabook, Celeron, Celeron Inside, Inside, Core Inside, Intel, Logo Intel, Intel Atom, Intel Atom Inside, Intel Core, Intel Inside, Logo Intel Inside, Intel vPro, Itanium, Itanium Inside, Pentium, Pentium Inside, vPro Inside, Xeon, Xeon Phi, e Xeon Inside sono marchi di Intel Corporation o delle relative affiliate negli Stati Uniti e/o negli altri paesi.